Featured Posts

Neil Young - Homegrown

Il celeberrimo album inedito del 1975, rimasto fino a oggi negli archivi, vede finalmente la luce in via ufficiale. 12 canzoni, tra inedite e prime versioni di brani già conosciuti, provenienti da un momento d'oro per il Canadese. Imperdibile!

Neil Young & Crazy Horse - Colorado

Il ritorno del Cavallo tra le nevi del Colorado. L'ultimo album mescola il grunge di protesta alle ballad intimistiche, regalando momenti di puro incanto.

Neil Young Archives

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia e contenuti esclusivi per gli iscritti.

giovedì 24 settembre 2015

The Oral History: Unplugged / Lucky Thirteen / Philadelphia, 1993-94


A proposito di MTV Unplugged (1993)

Joel Bernstein: [Il feeling di Neil] era morente. Il secondo giorno provarono a fare una delle canzoni, e Neil impazzì perché tutti quanti sbagliavano. Cominciò a urlare, “Non posso crederci cazzo! Non vi ricordate niente di quello che abbiamo fatto ieri!” [1]

Elliot Roberts: Già alla seconda canzone le cose andavano così, “Questa band è totalmente incapace di supportarmi, la musica ora è fasulla e forzata. Ora sono Neil Diamond e non posso credere che ho permesso che accadesse questo – fanculo a Elliot.” […] Era stata una di quelle cose che lo costrinsi a fare. [1]

A proposito di Lucky Thirteen (1993)

Young: [Nel 1987] le cose andavano di merda con la casa discografica […], mi fecero causa perché facevo la musica che volevo io, dicendo che era “non tipica di Neil Young”. […] Ero nel mio studio al ranch a riascoltare i nastri del club tour [dei Bluenotes] per mettere insieme un album intitolato Bluenote Cafè. Avevo appena fumato uno spinello bello grosso ed ero pronto a riascoltare tutti i pezzi di quei concerti, quando Elliot [Roberts] mi chiamò. Disse che la casa discografica aveva lasciato cadere la causa contro di me! […] Tutto ciò che volevano era un “best of” del mio periodo con loro. […] Erano tredici canzoni. Lo intitolai Lucky Thirteen. [2]


A proposito di “Philadelphia” (singolo, 1994)

Young: Sapevo che non sarebbe stato facile. A dirti la verità la canzone ce l'ho in testa da un po' di tempo dal punto di vista musicale. È difficile da suonare e va fatta lenta. “Philadelphia” mi sembra legata a “Will To Love”. Le cose entrano ed escono – appaiono e se ne sono già andate, come l'ombra di una batteria, un cimbalo... [1]

Fonti:
[1] J. McDonough, “Shakey”
[2] Neil Young, “Special Deluxe”