Post

Visualizzazione dei post da 2021
NEWS
.

Barn: rassegna stampa italiana

Immagine
[...] Dieci brani nessuno dei quali forse figurerebbe in una ipotetica classifica delle prime 20 o 30 migliori canzoni del Nostro; ma ognuno potrebbe trovare posto senza troppe difficoltà in uno dei suoi dischi migliori come più che onesto comprimario. Recensori ben più competenti e autorevoli del sottoscritto hanno affermato che dopo aver ascoltato il disco viene voglia di lasciarlo sul piatto – o nel lettore cd – e farlo ripartire daccapo e nel mio piccolo non posso che confermare. [...] Tomtomrock Voto: 8 (su 10) [...] Questo ambiente bucolico, così caro dai tempi di Harvest, è l'ambiente ideale per radunare questi arzilli vecchietti, [...] fuori dai processi di produzione, anarchico, totalmente in linea con la figura del leader, che dà alle stampe [...] uno tra gli album più densi ed in fondo vari dell’ultimo periodo della sua lunga carriera, a cui oggettivamente non possiamo e dovremmo chiedere oltremodo nulla di più di quanto già offerto. [...] Indieforbunnies Voto: 7,5 (su 1

Neil Young ha ancora molto da dare - L'intervista di Rolling Stone su Barn, Archives Vol.3 e il Covid

Immagine
Nel settembre 1971, Neil Young portò Graham Nash a fare un giro in barca sul suo lago e fargli sentire a tutto volume il suo nuovo album, Harvest. Nel suo ranch nel nord della California aveva trasformato casa sua nello speaker sinistro e il fienile nello speaker destro. Dopo aver fatto partire l'album, il produttore Elliot Mazer corse al lago per chiedere come si sentisse. Young in tutta risposta urlò la celebre frase: "più fienile!" Dopo oltre 50 anni, Young è ancora alla ricerca di "più fienile". Infatti Barn [che significa appunto Fienile, ndt] è il titolo del suo nuovo album con i Crazy Horse, che esce questo venerdì, così battezzato per un altro fienile, quello sulle Rocky Mountains, che ha messo in piedi in nove mesi. Un documentario con lo stesso titolo, diretto dalla moglie di Neil, l'attrice Daryl Hannah, documenta la realizzazione del disco. Si vedono Young, il chitarrista Nils Lofgren, il bassista Billy Talbot e il batterista Ralph Molina passare

Barn: rassegna stampa internazionale

Immagine
[...] "Heading West" è uno di quegli sguardi alla sua giovinezza e alla rottura dei suoi genitori, ma non così dettagliato come "Don't Be Denied" o "Born In Ontario". [...] "Canamerican", dove Young si crogiola per essersi guadagnato il diritto di voto per questo paese (e per Joe Biden), e "Change Ain't Never Gonna", uno dei suoi sproloqui apocalittici, evocano il vecchio brontolio del Cavallo fino a quelle atmosfere eteree e spettrali create da Molina e Talbot. Allo stesso modo "Welcome Back" è di una bellezza muta e strisciante, una "Cortez The Killer" più cupa, mentre "They Might Be Lost", con un altro narratore che attende l'arrivo di qualcosa, suona come un parente lontano di "Powderfinger". Il lato più morbido e sdolcinato di Young si manifesta in "Song Of The Seasons" e "Tumblin' Through The Years", gli inevitabili inni alla moglie Daryl Hannah e alla lor

Neil Young & Crazy Horse: Barn (Reprise Records, 2021)

Immagine
1. Song Of The Seasons 2. Heading West 3. Change Ain't Never Gonna 4. Canerican 5. Shape Of You 6. They Might Be Lost 7. Human Race 8. Tumblin' Thru The Years 9. Welcome Back 10. Don't Forget Love Crazy Horse: Neil Young, Billy Talbot, Nils Lofgren, Ralph Molina Prodotto da Neil Young & Niko Bolas Un paio d'anni dopo Colorado, i Crazy Horse (con Nils Lofgren che mantiene il posto di Poncho Sampedro, ormai "in pensione") sono tornati lo scorso giugno sulle Montagne Rocciose per incidere un nuovo album nelle notti di luna piena, all'interno del fienile che dà il titolo all'opera: Barn. Anche stavolta la filosofia del "buona la prima" fa da padrone, e cominciamo col dire che questo si sente. Se in tempi lontani la spontaneità degli Horse era bilanciata dall'abile lavoro produttivo di David Briggs, e se in tempi più recenti le jam a briglia sciolta di Americana e Psychedelic Pill hanno partorito due ottimi album, la nuova band e il nuovo

Carnegie Hall 1970: rassegna stampa

Immagine
Rassegna stampa italiana Young è in stato di grazia straordinario. Concentratissimo sulle esecuzioni, una voce in pieno vigore giovanile senza alcuna sbavatura, un tocco di chitarra magnifico [...]. Spiccano rese toccanti, intimissime e allo stesso tempo maestose come la pianistica "Expecting to fly"; una "Southern man" che in veste acustica conserva l’ardore e la rabbia dell’originale; una tenerissima "Only love can break your heart"; la perfezione celeste di "See the sky about to rain". Ma nulla in questo disco è da trascurare, anche il divertente battibecco con il pubblico con tre tentativi di attaccare Sugar mountain fino a trovare la chiave giusta. Il Sussidiario , rece positiva Quando Neil Young conquistò Manhattan. Il rocker canadese inaugura una nuova serie di bootleg ufficiali con un concerto in solitaria del 1970 a New York. Pieno di fragilità, ma anche di disarmante bellezza. [...] Con Carnegie Hall abbiamo a che fare sì con un’esibizi

Neil Young: Carnegie Hall 1970 (Reprise Records, 2021)

Immagine
1 Down By The River 2 Cinnamon Girl 3 I Am A Child 4 Expecting To Fly 5 The Loner 6 Wonderin' 7 Helpless 8 Southern Man 9 Nowadays Clancy Can't Even Sing 10 Sugar Mountain 11 On The Way Home 12 Tell Me Why 13 Only Love Can Break Your Heart 14 Old Man 15 After The Gold Rush 16 Flying On The Ground 17 Cowgirl In The Sand 18 Don't Let It Bring You Down 19 Birds 20 Bad Fog Of Lonliness 21 Ohio 22 See The Sky About To Rain 23 Dance Dance Dance Registrato alla Carnegie Hall di New York il 4 dicembre 1970. Official Bootleg Series #01 Dopo la Performance Series (che dal 2006 a oggi ha visto uscire 15 live album, una media di uno l'anno) e la recente inaugurazione della NYA Concert Timeline sul sito ufficiale (che propone quasi settimanalmente concerti integrali in streaming riversati dai master originali), i fan di Young non possono più dire di essere a corto di materiale live che spazia nella smisurata carriera del canadese. Ora arriva anche la Official Bootleg Series, incentr

Esce in libreria "Neil Young. Cercando il nuovo mondo"

Immagine
  Siamo lieti di annunciare l'uscita di questo importantissimo volume per Editrice Zona, disponibile in libreria, su  Amazon  e negli altri principali e-store. Risultato di 10 anni di attività di traduzione per  NeilYoungTradotto.com  e di un'ampia ricerca storico-bibliografica, il volume porta finalmente in libreria il percorso umano e musicale del canadese attraverso l'analisi delle sue lyrics. Dove acquistarlo? Nella tua libreria indipendente di fiducia, oppure ai seguenti link: Editrice Zona Amazon IBS Mondadori Store Feltrinelli Libreria Universitaria Ebook: Kindle Kobo La vita e la carriera di Neil Young, icona della musica rock e folk dagli anni Settanta a oggi, con il commento ai testi delle sue canzoni Questo libro ripercorre vita e carriera di Neil Young attraverso i testi delle sue canzoni, dalle prime esperienze in Canada e gli esordi nei Buffalo Springfield, fino al momento di maggior successo e fama – con gli album  After The Gold Rush, Harvest, Zuma, Rust Nev

David Crosby: For Free (2021)

Immagine
1. River Rise  2. I Think 3. The Other Side Of Midnight 4. Rodriguez For A Night 5. Secret Dancer 6. Ships In The Night 7. For Free  8. Boxes 9. Shot At Me 10. I Won't Stay For Long Torna David Crosby con un altro ottimo album, “For Free”, che racchiude 10 brani che spaziano dal country rock, al rock fino ad arrivare al blues e la sua voce rimane incantevole e sembra non sentire il tempo che passa inesorabile. TuttoRock , voto 7.5 (su 10) For Free non è un mero esercizio cantautorale in stile folk, ma un più complesso e articolato manufatto sullo stato dell'arte del soft-rock più colto e nobile. Sono gli Steely Dan, i Doobie Brothers o Christopher Cross i punti di riferimento di un album che si candida senza dubbio come il miglior progetto solista di Crosby dai tempi dell'esordio. Ondarock , voto 7.5 (su 10) Niente chitarra acustica per Crosby, a causa di un’artrite che lo limita da qualche anno. Poco male, visto che  il disco è incentrato su di un soft-rock raffinato con p

Crosby Stills Nash & Young: Déjà Vu (50th Anniversary) (Rhino Records)

Immagine
Cd 1 & LP: Original Album “Carry On” “Teach Your Children” “Almost Cut My Hair” “Helpless” “Woodstock” “Déjà Vu” “Our House” “4 + 20” “Country Girl” “Whiskey Boot Hill” “Down, Down, Down” “Country Girl” (I Think You’re Pretty) “Everybody I Love You” Cd 2: Demos “Our House” – Graham Nash * “4 + 20” – Stephen Stills * “Song With No Words (Tree With No Leaves)” – David Crosby & Graham Nash “Birds” – Neil Young & Graham Nash * “So Begins the Task/Hold On Tight” – Stephen Stills * “Right Between The Eyes” – Graham Nash “Almost Cut My Hair” – David Crosby * “Teach Your Children” – Graham Nash & David Crosby “How Have You Been” – Crosby, Stills & Nash “Triad” – David Crosby “Horses Through a Rainstorm” – Graham Nash “Know You Got to Run” – Stephen Stills * “Question Why” – Graham Nash * “Laughing” – David Crosby * “She Can’t Handle It” – Stephen Stills * “Sleep Song” – Graham Nash “Déjà Vu” – David Crosby & Graham Nash * “Our House” – Graham Nash & Joni Mitchell *

Neil Young: Young Shakespeare (Reprise Records, 2021)

Immagine
1. Tell Me Why 2. Old Man 3. The Needle and the Damage Done 4. Ohio 5. Cowgirl in the Sand 6. A Man Needs a Maid 7. Heart of Gold 8. Dance Dance Dance 9. Helpless 10. Don't Let It Bring You Down 11. Down by the River 12. Sugar Mountain Registrato allo Shakespeare Theater di Straford il 22 gennaio 1971. Rassegna stampa italiana e internazionale L’album - e il relativo film in DVD presente nell’edizione extra comprendente anche LP e CD - è dunque il resoconto di uno show asciutto e disadorno, messo in scena senza il supporto di alcuna band, con le ombre lunghe a riempire i vuoti della chitarra acustica, del pianoforte e di una voce piena di fragilità. Neil resta per gran parte della performance ricurvo sul proprio strumento, seduto e avvolto da una cornice minimale come la musica che va proponendo. Voto **** (su 5) Rockol Un concerto sorprendente. Voto 9 Classic Rock Magazine Young Shakespeare è un documento affascinante. Prima di "Sugar Mountain" [Neil] dice di avere 25 an

The Oral History: Neil Young parla di Toast, l'album inedito dei Crazy Horse

Immagine
Toast è un album a sé stante nella mia collezione. Diversamente da qualunque altro, Toast era così triste che non potevo farlo uscire. L'ho saltato e sono andato avanti, facendo un altro album al posto suo. In quel momento, nel 2001, non potevo gestirlo. John Coltrane, uno dei miei eroi, ai suoi tempi registrò della musica ai Toast Studios. Allora forse si chiamavano Coast, o forse no. Il nome è cambiato varie volte negli anni. Erano sulla Mission a San Francisco. La porta di servizio dava su un vicolo. Lì dentro e ra così soffocante che un giorno abbiamo lasciato la porta aperta e abbiamo visto i topi entrare e uscire. Dopodiché siamo usciti a fumare. La musica di Toast parla di una relazione. C'è un momento in molte relazioni che vanno male, molto prima che si rompano del tutto, in cui una delle due persone, o magari entrambe, si rende conto che è finita. Si trattava di quel momento. Il sound è torbido, oscuro, ma non in senso negativo. Imponente. Dalla prima nota puoi sentir

Frank Sampedro e il suo passato nei Crazy Horse: l'intervista di Stereogum (2021)

Immagine
Il chitarrista Frank "Poncho" Sampedro ci tiene a sottolineare che il concerto di Neil Young e Crazy Horse del novembre 1990 al Catalyst non è stato solo un riscaldamento. La band stava suonando nuove canzoni da un mese prima di salire sul palco del piccolo club di Santa Cruz, a pochi chilometri dal ranch di Young. La serata è stata filmata e registrata ma tutti i piani per un rilascio ufficiale sono stati subito cancellati. Invece, la band - che include anche il bassista Billy Talbot e il batterista Ralph Molina - pubblicò Ragged Glory all'inizio del 1991 e trascorse la maggior parte dell'anno in tour suonando set aggressivi in location che sminuivano il piccolo Catalyst Club. È uno dei tour leggendari di Young, tenutosi nello stesso momento dell'invasione americana dell'Iraq e del boom del rock alternativo. Poiché quel tour ha in pratica rilanciato la carriera di Young dopo gli abbastanza disastrosi anni 80, è stato a lungo considerato un momento cruciale pe