Featured Posts

Neil Young & Crazy Horse - World Record

Nuovo album del Cavallo prodotto da Rick Rubin, undici tracce che spaziano tra ballad e garage-rock, tra intimismo ed ecologia, proseguendo sulla linea tracciata dai precedenti lavori.

Neil Young. Cercando il nuovo mondo

Risultato di 10 anni di attività di traduzione per NeilYoungTradotto.com e di un'ampia ricerca storico-bibliografica, il volume porta finalmente in libreria il percorso umano e musicale del canadese attraverso l'analisi delle sue lyrics.

David Crosby - Live at the Capitol Theater

Disco live con dvd che ripropone il concerto dell'8 dicembre 2018, durante il tour dell'album Lighthouse, insieme alla Lighthouse Band.

Neil Young & Crazy Horse - Toast

Registrato ai Toast Recording Studios di San Francisco nel 2001, questo album esce oggi per la prima volta. Tra garage-rock, blues e bossa-nova, Crazy Horse come non li avete mai sentiti.

www.NeilYoungArchives.com

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia, ma soprattutto contenuti inediti ed esclusivi per gli iscritti.

giovedì 24 novembre 2022

Neil Young: World Record, il clima e l'attivismo - L'intervista di AARP



In un'età in cui alcuni rocker si stanno esaurendo, Neil Young (77 anni) non potrebbe essere più entusiasta riguardo la musica, il pianeta e il potere dell'amore. Queste passioni convergono nel suo nuovo album, il dodicesimo in dieci anni, World Record, pubblicato il 18 novembre. È accompagnato dai Crazy Horse (la sua band di sempre dal 1968) e prodotto da Rick Rubin (famoso per aver realizzato album di riferimento con chiunque, dai Run-DMC a Johnny Cash). L'album esamina lo stato precario della Terra con pathos, speranza, tristezza e frustrazione. Young propone dieci nuovi brani, tra cui la gioiosa e melodica "Overhead", la straziante "This Old Planet (Changing Days)" e l'irrequieta "The World (Is In Trouble Now)". [...]
In autobus con la moglie Daryl Hannah, il Padrino del Grunge ha parlato via Zoom con AARP di World Record e della ristampa per il 50° anniversario del suo classico Harvest.

Come spieghi la tua duratura, alchemica compatibilità con i Crazy Horse?
Neil Young: È un'amicizia. È una cosa davvero naturale. Dopo cinquant'anni di dischi insieme, abbiamo ancora quel groove, qualunque esso sia.

Hai detto che World Record ha comportato "poco pensiero ma molto sentimento", ma contiene alcune delle melodie più belle che hai scritto. Come si è evoluto questo album?
Il disco è stato un dono. È nato dal nulla. Io e Daryl eravamo in Colorado e stavo facendo una passeggiata. Stavo fischiettando una specie di marcetta. Ho capito che era una nuova melodia. Il giorno dopo ho iniziato a fischiettare un'altra melodia. L'ho registrata nel mio telefono. È continuato a capitare per giorni e giorni. Più avanti ho pensato: "non mi dispiacerebbe fare un disco con i Crazy Horse", e mi sono ricordato del telefono cellulare e di quelle registrazioni. Ho scritto tutte le parole dell'intero disco in due giorni. Non ho mai smesso di scrivere e non ho mai corretto una parola.

È affascinante dal punto di vista sonoro: è pieno di suoni accidentali e di strumenti inaspettati, e in gran parte non è sostenuto dalla chitarra.
Ho suonato solo tre canzoni con la chitarra. In un paio di canzoni ho suonato degli accordi per evocare un suono come di temporale. In altri ho suonato l'organo a pompa o il pianoforte, strumenti che di solito non suono. Quando Nils [Lofgren] ha suonato la chitarra, abbiamo usato i suoni generati casualmente dai suoi accordi. A volte sembra che si senta qualcuno cantare o parlare, ma non è così. Ci siamo lasciati trasportare da questi suoni.


La canzone "Love Earth" è un appello a prendersi cura del pianeta. Molte persone credono che sia troppo tardi.
Io non lo credo. Non è mai troppo tardi per amare. Se ami qualcosa, te ne prendi cura. Se tutti si rendessero conto che è questo che dobbiamo fare, sarebbe così unificante.

L'album suona come un San Valentino per il pianeta e come un ammonimento, ma nonostante la situazione sia disastrosa, il tono è costruttivo piuttosto che arrabbiato.
Il futuro ci vuole uniti tutti insieme. Nel presente, invece, ci stiamo combattendo l'un l'altro. La gente sente cose brutte: la Terra non è più la stessa, non c'è niente da fare, abbiamo perso l'occasione... Questo li spaventa. Quindi reagiscono in modo eccessivo a una sensazione, sbagliando la diagnosi della causa della loro rabbia, e si arrabbiano con tutto. I media non capiscono e non si assumono la responsabilità di comunicare quello che sta accadendo, perché il quadro generale non vende. L'immagine piccola si vende molto bene. Sotto sotto, tutti sanno che il cambiamento climatico è fuori controllo e che non stiamo facendo quasi nulla. Alla fine i leader mondiali discuteranno di ciò che sta accadendo e di come possiamo lavorare insieme. È inevitabile.

"This Old Planet" guarda con nostalgia a un'epoca in cui la natura non subiva così tanta pressione.
È nostalgico perché parla di come, tanto tempo fa, le stagioni fossero normali. È nostalgia per la Terra per come può essere. Ho visto cambiare le stagioni molte volte e ho apprezzato la bellezza della caduta delle foglie. Queste cose hanno un effetto cumulativo su di me. Ci riguarda tutti. È il tuo posto ed è il mio posto. Puoi fare la tua parte per migliorare la situazione, anche solo evitando di lasciare accesa la tua auto quando sei fermo. Quando sono cresciuto io non c'erano i disordini che ci sono ora.


"Chevrolet" usa abilmente il linguaggio delle auto in un contesto personale, ma riflette anche la tua passione per i veicoli d'epoca. In quale misura sei riuscito a liberarti dall'uso dei combustibili fossili nella tua vita quotidiana?
Devo ancora vincere alcune sfide importanti. Abbiamo trovato il carburante R99, che è un diesel rinnovabile. È molto più pulito di qualsiasi altra cosa. Rappresenta il nostro maggior utilizzo di combustibili fossili. Per le mie vecchie auto sto passando all'E100, che è etanolo al 99%. È il carburante più pulito del pianeta. Il problema è che ha un'autonomia inferiore a quella della benzina, quindi ho bisogno di serbatoi più grandi. Il bello è che possiamo coltivare biocarburanti. Il brutto è che la gente pensa che possiamo sostenere le quantità industriali. Naturalmente, ciò significherebbe OGM e allevamenti in fabbrica. Questo sarebbe distruttivo per il pianeta.

Come fondatore del Farm Aid, hai esaminato questo problema per decenni. Quanto è grave?
A mio avviso, le fattorie industriali hanno dato il via al cambiamento climatico e a tutte quelle cattive abitudini nel cercare di ottenere dalla Terra più di quanto la Terra darebbe naturalmente, e di accelerare tutto per fare più soldi.

È necessario che altri artisti si uniscano al movimento ambientalista?
Non posso parlare per gli altri artisti. Vorrei che l'energia di Kanye fosse impiegata per affrontare il cambiamento climatico. Non riesco a credere al successo di alcuni di questi giovani artisti. Fa sembrare la mia carriera come quella di un giornalaio. Milioni di miliardi di dollari. Avere tutto questo e non usarlo? Vorrei che le Kardashian avessero a cuore il cambiamento climatico, così i giovani lo sentirebbero di più. Io posso anche parlarne, ma loro non lo capiranno. Ma non mi fermerò.

Le preoccupazioni per il clima hanno messo a dura prova i vostri piani di tournée.
Abbiamo preso accordi per avere il carburante R99 con cui viaggiare e alimentare i locali. La prima cosa a cui penso ora sono le concessioni. Il cibo proviene da allevamenti industriali, da maiali ammassati l'uno sull'altro in edifici metallici con ventilatori e antibiotici. Ecco da dove vengono gli hot dog. Se non riesco a convincere [il promoter e operator] Live Nation che questi posti devono essere sostenibili, sono finito. Molte persone che amano la mia musica vorrebbero avere cibo pulito e non sostenere le infrastrutture che hanno causato il cambiamento climatico. Non voglio celebrare il passato mettendo in pericolo il futuro. Se non riescono a ripulire tutto, io non vengo.


A gennaio hai lasciato il servizio di streaming Spotify dopo che questo non ha ritirato le informazioni false sui vaccini Covid.
Sono rimasto un po' sorpreso dal comportamento del [fondatore di Spotify] Daniel Ek, che ha parlato più di soldi che di altro. Ma va bene così. Non giudico gli altri per quello che fanno. Non sosterrò le persone che sostengono la disinformazione sul virus, che sta causando la morte di molte persone. Questa gente che fa tutti questi soldi con le menzogne è la malattia dei media.

La cover di Beck della sua canzone "Old Man" per una pubblicità della NFL ha fatto scalpore perché lei ha sempre rifiutato ogni offerta di commercializzazione della sua musica.
È stata una gestione sbagliata. Mi è stata presentata in modo non corretto e non ho preso la decisione giusta. Io amo Beck. Non sapevo che avrebbe fatto una pubblicità per il calcio con la mia canzone. Non credo che lui sapesse che era una pubblicità. Qualcuno ci ha guadagnato, e non sono stato io. Non voglio essere pagato. Vorrei che non fosse mai successo. Gli incidenti capitano.

Negli ultimi decenni sono emersi pochi grandi artisti rock. L'hip-hop è il genere dominante e secondo Billboard il rock ha raggiunto il suo apice nel 1983, quando occupava il 60% delle posizioni in classifica. Che cosa è successo?
È arrivato il digitale. È stato il momento in cui sono usciti i CD. Il livello di qualità del suono era inferiore. La vecchia musica che tutti noi ascoltavamo era un universo di suoni. Muoveva le nostre anime. Ora quell'universo è scomparso.

Una sontuosa ristampa per il 50° anniversario di Harvest è in uscita il 2 dicembre, insieme a un documentario, Harvest Time. È stato l'album più venduto del 1972, e lo status di celebrità che ti ha portato ti ha quasi convinto a ritirarti dalle scene.
Non capivo cosa stesse succedendo. Ancora oggi non ne capisco alcuni aspetti. Fondamentalmente, cerco di ignorare tutto questo perché non ha nulla a che fare con quello che sto facendo. Sto cercando di creare musica. Quando la musica arriva, sono pronto e tutto il resto si ferma. Questo è il modo in cui vivo la mia vita. Non vado a caccia di musica. Non sto davanti alla buca con il fucile ad aspettare che il coniglio esca.

Edna Gundersen,  AARP
Traduzione: MPB, Rockinfreeworld