Featured Posts

Neil Young - Homegrown

Il celeberrimo album inedito del 1975, rimasto fino a oggi negli archivi, vede finalmente la luce in via ufficiale. 12 canzoni, tra inedite e prime versioni di brani già conosciuti, provenienti da un momento d'oro per il Canadese. Imperdibile!

Neil Young & Crazy Horse - Colorado

Il ritorno del Cavallo tra le nevi del Colorado. L'ultimo album mescola il grunge di protesta alle ballad intimistiche, regalando momenti di puro incanto.

Neil Young Archives

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia e contenuti esclusivi per gli iscritti.

lunedì 12 dicembre 2016

Peace Trail: Rassegna Stampa


"10 tracce in cui racconta se stesso, il mondo e le contraddizioni dell’ingombrante colosso americano. Un disco scarno, splendidamente lo-fi..."

Il Sussidiario (recensione positiva)
"Se Young non fosse pazzo non lo ameremmo come invece lo amiamo. Un bel disco, in cui a tratti emerge la vena di quello che è stato uno dei massimi autori di canzoni del Novecento..."

Rockol *** (su 5)
"Peace Trail contiene una grande canzone, un po' di canzoni medie, e uno scherzo finale. Perché se no non sarebbe Neil Young... "

Ondarock  5 (su 10)
"Per un po’ regge il gioco fino a diventare una delle sue più ruspanti opere di protesta [...] Seconda metà floscia, spoglia e amatoriale..."

Enzo Curelli Blog **** (su 5)
"Un disco di pancia che sacrifica la bellezza per il messaggio. Ora sta a voi scegliere da che parte stare."

Panorama (recensione positiva)
"Un disco che merita ben più di un ascolto e che ha il suo biglietto da visita migliore nella a title track intensa ed ispirata..."

Inmediarex (recensione positiva)
"Colpisce per la sua sincerità, per la sua forza comunicativa, per la speranza in grado di regalare a chi l’ascolta."

SentireAscoltare  7,1 (su 10) (media voti della redazione)
"Non ci sono veri e propri inni (...) e forse è questa l’unica nota dolente di un album più che dignitoso, scritto da chi ha ancora la forza di lottare."

Jamtv  (recensione positiva)
"A differenza di altri artisti più o meno coetanei, Neil Young dimostra di voler continuare a scrivere, perché è sempre tempo di veicolare messaggi di un certo spessore. Qui in particolare predominano ancora una volta le tematiche ambientaliste, proprio come succede in maniera più frequente negli ultimi tempi. [...] Non un capitolo fondamentale da aggiungere alla propria ricchissima e già importante discografia, ma senz’altro un album da ascoltare."

Distorsioni  7 (su 10)
"Anche qui Young ha voluto dire qualcosa di particolare, usando sovraincisioni, harmonizer e in un brano, My New Robot, il vocoder."

Rootshighway  :-( (recensione negativa)
"Un campione assoluto quando si tratta di scavare nell'oscurità dell'anima, in quello spleen esistenziale che lo ha reso un maestro, Neil ha sempre avuto qualche problema a intestarsi il titolo di folksinger protestario."

Indiesforbunnies  6 (su 10)
"Le intenzioni di fare un’opera che funzioni da linfa alle proteste e alle speranze delle persone sono chiari, ma nella costruzione di Peace Trail c’è qualcosa di mancante, e addirittura di fastidioso."

Impatto Sonoro (recensione positiva)
"La voce inconfondibile di Young trova il suo spazio ideale in un mood prevalentemente acustico e appena arricchito con qualche accenno elettrico."

Spettakolo! (recensione positiva)
"Questi dischi, incisi con personalità e passione [...], non puoi ascoltarli una volta o due, ti devi dedicare, lasciare trasportare, farti ammaliare, perché come le espressioni altissime di scrittori e poeti, hanno attorno una sorta di involucro a difesa del contenuto, per evitare che vada diluito nel mare di cavolate che ammorbano la superficie del nostro mare."

TomTomRock  6,5 (su 10)

Music Addiction  5 (su 10)