Featured Posts

Neil Young Archives Vol.2 1972-1976

11 anni dopo il primo volume, Neil Young riapre i suoi archivi: 10 dischi, di cui 7 inediti, con le session (quasi) complete di Tonight's The Night, Zuma, Homefires, la Stills-Young Band, il primo tentativo di Time Fades Away in studio e altro ancora. Nei negozi da marzo!

CSNY - Déjà Vu 50th anniversary

Quadruplo box set per festeggiare il mezzo secolo di questo celeberrimo album, con tre dischi di demo, outtakes e versioni alternative, in gran parte inedite.

Neil Young & Crazy Horse - Way Down In The Rust Bucket

Un effervescente live album del Cavallo che comprende la prima performance dal vivo delle canzoni di Ragged Glory più classici e chicche del passato.

Neil Young - Young Shakespeare

La nuova uscita d'archivio è il live album e il film dell'intima performance acustica allo Shakespeare Theater nel 1970.

www.NeilYoungArchives.com

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia, ma soprattutto contenuti inediti ed esclusivi per gli iscritti.

martedì 10 agosto 2010

The Stills-Young Band: Long May You Run (Reprise, 1976)


L'avventura della Stills & Young Band è tra le più corte della storia del rock: un disco e un mezzo tour. Mezzo perché Neil, dopo un po', si è stancato del compagno Stephen e l'ha mollato ("Buffo come certe cose finiscano improvvisamente come sono cominciate. Mangiati una pesca. Neil": questo il suo storico messaggio di commiato).
Peccato, perché il disco è certamente tra i più sottovalutati delle loro carriere. I brani di Stills claudicano ("Black Coral" è comunque un capolavoro), ma Young è ispirato in "modalità oceanica" e le canzoni sono intrise di chiaro di luna, spiagge e acqua. "Fontainebleau", nella sua semplicità, è il miglior brano del disco: estraniante e denso, avrebbe dovuto godere di lunga vita su un album più quotato. Interessanti anche gli altri: "Midnight On The Bay", "Let It Shine" e "Ocean Girl": quest'ultima riprende il ritornello di "War Song", pezzo dimenticato del 1972 di Young & Nash (nemmeno una mini-band, solo una canzone!).
"Long May You Run" è la più famosa, ha vissuto di vita propria in antologie e concerti, ma confrontata con l'atmosfera del resto dell'album, non sembra azzeccarci poi tanto. Insieme a "Black Coral" ed altre, proviene dalle sessions perdute di CSNY dello stesso anno.
Disco da riassaporare.

Matteo Barbieri, Rockinfreeworld

 
Long May You Run (10 Settembre 1976, Reprise MS 2253)The Stills-Young Band

Long May You Run* [3:52]
Make Love To You [5:09]
Midnight On The Bay* [4:00]
Black Coral [4:41]
Ocean Girl* [3:18]
Let It Shine* [4:41]
12/8 Blues (All The Same) [3:43]
Fontainebleau* [3:59]
Guardian Angel [5:47]

(*) brani sono scritti e cantati da Neil Young.

Prodotto da Stephen Stills, Neil Young & Don Gehman
Registrato ai Criteria Recording Studios di Miami dal 16 Febbraio al 16 giungno 1976

Il Cast
Neil Young: guitar, piano, harmonica, string synthesizer, vocal
Stephen Stills: guitar, piano, vocal
Joe Lala: percussion, vocal
Jerry Aiello: organ, piano
George "Chocolate" Perry: bass, vocal
Joe Vitale: drums, flute, vocal