Featured Posts

Neil Young - Homegrown

Il celeberrimo album inedito del 1975, rimasto fino a oggi negli archivi, vede finalmente la luce in via ufficiale. 12 canzoni, tra inedite e prime versioni di brani già conosciuti, provenienti da un momento d'oro per il Canadese. Imperdibile!

Neil Young & Crazy Horse - Colorado

Il ritorno del Cavallo tra le nevi del Colorado. L'ultimo album mescola il grunge di protesta alle ballad intimistiche, regalando momenti di puro incanto.

Neil Young Archives

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia e contenuti esclusivi per gli iscritti.

martedì 10 agosto 2010

Neil Young: Time Fades Away (Reprise, 1973)


Neil Young realizza Time Fades Away durnate il tour del 1973 successivo all'uscita di Harvest. Un tour nel quale Young e gli Stray Gators propongono, al posto delle appaganti atmosfere rurali di quel disco, ruvidi e criptici pezzi elettrici ("Last Dance", "New Mama", la title-track) e tristi suite al pianoforte ("Love In Mind", "Journey Through The Past", "The Bridge"), sconvolgendo il pubblico. Non contento, Neil fa uscire anche l'album, autodistruggendo la sua popolarità.
Il suo amore-odio per la celebrità e il pubblico è quindi ben rappresentato da
Time Fades Away e dal suo background; è anche l'unico album del catalogo di Young a non essere tuttora disponibile in cd.
Ciò detto, Time Fades Away è il tipico, grande album che non contiene nessuna hit famosa. Un capolavoro mancato, probabilmente, certamente affossato dal semplice fatto di essere conseguito ad Harvest. Il sound è puro live, le canzoni sono dense e drammatiche, incentrate su morte, droga e disperazione. Assieme a Tonight's The Night e On The Beach, questo album compone la cosiddetta Doom Trilogy, il periodo più oscuro del canadese, uno dei più interessanti a livello creativo.
Matteo Barbieri, Rockinfreeworld



Time Fades Away (Ottobre 1973, Reprise MS 2151)
Neil Young & The Stray Gators

Time Fades Away (Myriad, Oklahoma City, Mar. 1) [5:36]
Journey Through The Past (Public Hall, Cleveland, Feb. 11) [3:19]
Yonder Stands The Sinner (Coliseum, Seattle, Mar. 17) [3:17]
L.A. (Myriad, Oklahoma City, Mar. 1) [3:11]
Love In Mind (Royce Hall, UCLA, Westwood, CA, Jan. 30, 1971) [2:02]
Don't Be Denied (Coliseum, Phoenix, Mar. 28) [5:16]
The Bridge (Memorial Auditorium, Sacramento, Apr. 1) [3:05]
Last Dance (Sports Arena, San Diego, Mar. 19) [8:47]

Prodotto Elliot Mazer & Neil Young
Registrato dal vivo durante il 1973 North American Tour, eccetto *

Il Cast
Neil Young: guitar, piano, harmonica, vocal
Ben Keith: pedal steel guitar, vocal
Johnny Barbata: drums
Tim Drummond: bass
Jack Nitzsche: piano, vocal
e ospiti:
David Crosby: guitar, vocal
Graham Nash: guitar, vocal

Note: Un 'Joe Yankee' è indicato come bassista su L.A. Tutte le tracce sono registrate dal vivo in occasioni differenti. Love In Mind viene dallo stesso concerto da cui è stata tratta The Needle And The Damage Done che è su Harvest.