Featured Posts

Neil Young & Stray Gators - Tuscaloosa 1973

Archives Performance Series #04. Il nuovo live inedito è tratto dal tour 1973 con la formazione originale di Harvest. 11 canzoni acustiche ed elettriche, solari e oscure, a cavallo tra il successo e il dolore.

David Crosby - Here If You Listen

Quarto album in appena cinque anni, il nuovo sofisticato lavoro del membro più anziano di CSN&Y, accompagnato da numerosi ospiti, è un'altra prova della sua ritrovata creatività.

Neil Young Archives

Il sito web ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, album, film, inediti, foto, manoscritti, memorabilia, video, radio clips e tanto altro.

Neil Young - Roxy: Tonight's The Night Live

Il nuovo live d'archivio è la testimonianza del celeberrimo tour del 1973 con i Santa Monica Flyers, una selezione dai concerti inaugurali del Roxy Club di Los Angeles.

Neil Young + Promise Of The Real - Paradox

L'ultimo esperimento è un "pastiche" cinematografico surreal-western a base ecologista, più relativo soundtrack che mischia brani live, jam, cover e strumentali.

martedì 10 agosto 2010

Weld / Arc - Rassegna Stampa


"A Compilation Composition By Neil Young": così recita l'intestazione di Arc, trentacinque minuti registrati dal vivo, tagliati e ricuciti in modo da costruire un unico flusso di insostenibile tensione. Originariamente edito insieme al più canonico Weld, il live tratto dal tour con i Sonic Youth di spalla, Arc ha poi vissuto di vita propria in cd singolo. C'è anche chi ha l'ardire di riascoltarlo per intero, forse per cogliere quei rari lampi melodici (sostanzialmente racchiusi nel primo verso di “Like A Hurricane”) che d'improvviso riescono a farsi strada come una luce fioca attraverso un muro di feedback e distorsioni. Gli enormi amplificatori Fendere dentro cui è incastonato il profilo di Cavallo Pazzo rendono perfettamente l'idea del caos di rumore bianco - il fluire della corrente elettrica - alzato proprio dai Crazy Horse e dalla loro guida sciamanica. Non operazione fine a se stessa, ma un grido primordiale suscitato dai venti della coeva Guerra Del Golfo, e per questo molto più significativo di un provocatorio ma infertile Metal Music Machine, Arc è la brutale rappresentazione rock di un mondo in putrefazione. E un mondo che frana non è mai un bello spettacolo da vedere, né da ascoltare.
100 album davvero singolari, Mucchio Selvaggio


Nel 1991 Neil Young stava risorgendo grazie all'alternative rock. Prima un tributo con la crema dell'indie di allora, poi un tour con Sonic Youth. Poi, in seguito, verrà eletto a padrino di ogni cosa che ha a che fare con l'irruenza giovanile. Il punk, il grunge. Il sacro furore della chitarra alla On The Beach era tornato, buttate nella spazzatura gli sperimentalismi inutili e dannosi, il buon Neil si dà da fare nella cosa in cui riesce meglio: il rock! Freedom e Ragged Glory sono due dischi perfetti e per suggellare il ritorno ci voleva un live. Quello mancava dai tempi di Live Rust. Ed ecco che, nel mitico 1991, usciva Weld. E nella tiratura limitata di 25000 copie un ep di feedback e noise chiamato Arc. Il disco, doppio, dalla durata di quasi due ore ci riporta un Neil Young in grandissima forma, capace di splendidi assoli, fughe noise, lunghe note trascinate, divertimento e un po' di amarezza. I brani sono solo 16 ma la durata di ciascuno di essi oscilla fra i 5 e i 15 minuti. Ma se c'è un motivo per acquistare questo album è per l'incredibile "Blowin' In The Wind". La cover del classico di Bob Dylan assume una forza indescrivibile. Fra echi, spari e bombe, il riff assume una valenza tragica e la chitarra dei toni drammatici. Neil canta come se fosse un soldato abbandonato in mezzo ad una trincea nella quale tutti i suoi compagni sono morti. Un brano già storico che viene annientato dal feedback. Uno dei punti più alti mai toccati dalla musica. Ma non è tutto qua. C'è “Rockin' In The Free World”, c'è “Hurricane”, “Cortez The Killer”, “Fuckin' Up”, “Tonight's The Night”, “Hey Hey My My”, e tanto altro. Certo, potrete obiettare che Neil Young non lo sopportate, che è dispersivo, che è sempre uguale, che canta male e suona peggio. Ma ragazzi, il rock è fatto solo di passione, e se questo non lo capite non avete capito il rock. E Weld è un disco che racchiude l'essenza stessa del rock. 
Dale, taxi-driver.it

 
Weld (Reprise, ottobre 1991, 2 cd) con i Crazy Horse. Registrato durante il Ragged Glory Tour condotto con Sonic Youth e Social Distortion, risente dell'atmosfera noise di quelle giovani bande e stringe tutti i brani, per tutte le due ore del live, in una ferrea morsa. Distorsioni, crude pennate, una pittura sonora “all'impronta” che cerca di catturare per via della ruvida sincerità; e questo non vale solo per classici luoghi tempestosi come “Like A Hurricane”, “Powderfinger”, “Cortez The Killer” ma anche per canzoni in origine delicate come “Love And Only Love” e per la sorprendente cover della “Blowin' In The Wind” di Bob Dylan. Young è in forma e di buon umore, e chiude ironicamente con il valzer di “Roll Another Number” (annunciato come “ancora un po' di spazzatura per voi”). Uno degli album preferiti dall'autore, che non a caso a suo tempo volle arricchirlo con una curiosa appendice: Arc, un disco di 35 minuti con soli rumori di feedback registrati durante il tour.
Riccardo Bertoncelli, delrock.it

Gli anni della sperimentazione non furono usati invano. Young (con i Crazy Horse) pubblicò ragionevolmente il più grande album live della storia della musica rock, Weld (Reprise, 1991), che, sostanzialmente, reinventò l'idea del disco dal vivo. Questo tour de force fonico suona come un'affermazione della leadership di Young sulla generazione Grunge: egli è la persona che inventò quel suono, e nessuno può renderlo migliore, o più potente, o più rumoroso.
Con le stesse caratteristiche, Arc (Reprise, 1991), un collage di segmenti dalle sue performance dal vivo "scoperti", è un'escursione epica nella musica d'avanguardia, un derivato di Weld che rende ancora più chiaro il suo status di manipolatore del suono in opposizione al ruolo di semplice cantautore. 
Piero Scaruffi


Weld (22 Ottobre 1991, Reprise 26671)
Neil Young & Crazy Horse

Hey Hey, My My (Into The Black) [5:21]
Crime In The City [6:26]
Blowin' In The Wind [6:32]
Welfare Mothers [6:50]
Love To Burn [9:37]
Cinnamon Girl [4:33]
Mansion On The Hill [6:04]
F*!#in' Up [6:53]
Cortez The Killer [9:26]
Powderfinger [5:36]
Love And Only Love [9:16]
Rockin' In The Free World [8:32]
Like A Hurricane [13:26]
Farmer John [4:13]
Tonight's The Night [8:12]
Roll Another Number [4:57]

Blowin' In The Wind è una cover di Bob Dylan.

Prodotto da Neil Young, David Briggs e Billy Talbot
Registrazioni dal vivo nel corso del tour Nord Americano del 1991

Hey Hey, My My (Into The Black) - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
Crime In The City - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Blowin' In The Wind - War Memorial Audiorium, Buffalo, Feb. 16
Welfare Mothers - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
Love To Burn - Sports Arena, Los Angeles, Apr. 27
Cinnamon Girl - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
Mansion On The Hill - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
F*!#in' Up - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
Cortez The Killer - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Powderfinger - Capitol Center, Landover, MD, Feb. 27
Love And Only Love - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Rockin' In The Free World - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Like A Hurricane - War Memorial Audiorium, Buffalo, Feb. 16
Farmer John - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Tonight's The Night - Civic Center, Pittsburgh, Feb. 17
Roll Another Number - Sports Arena, Los Angeles, Apr. 27
 
IL CAST
Neil Young: guitar, vocal
Frank "Poncho" Sampedro: guitar, keyboards, vocal
Billy Talbot: bass, vocal
Ralph Molina: drums, vocal
 
NOTE: Pubblicato in versione limitata con il titolo ARC-WELD con ARC come bonus disc. Pubblicato come doppio cd con il titolo WELD. Pubblicato anche in doppio LP solo in Europa. Esiste anche una VHS e un laserdisc intitolato Weld pubblicato nel Novembre del 1991 che contiene alcune perfomance dallo stesso tour di cui alcune sono le stesse pubblicate sul cd.


ARC (12 Novembre 1991, Reprise 26769)

Arc [35:00]

Prodotto da Neil Young

IL CAST
Neil Young: vocals, guitars
Frank (Pancho) Sampedro: guitars, keyboards, vocals
Billy Talbot: bass, vocals
Ralph Molina: drums, vocals