Featured Posts

Neil Young Archives Vol.2 1972-1976

11 anni dopo il primo volume, Neil Young riapre i suoi archivi: 10 dischi, di cui 7 inediti, con le session (quasi) complete di Tonight's The Night, Zuma, Homefires, la Stills-Young Band, il primo tentativo di Time Fades Away in studio e altro ancora. Nei negozi da marzo!

CSNY - Déjà Vu 50th anniversary

Quadruplo box set per festeggiare il mezzo secolo di questo celeberrimo album, con tre dischi di demo, outtakes e versioni alternative, in gran parte inedite.

Neil Young. Cercando il nuovo mondo

Risultato di 10 anni di attività di traduzione per NeilYoungTradotto.com e di un'ampia ricerca storico-bibliografica, il volume porta finalmente in libreria il percorso umano e musicale del canadese attraverso l'analisi delle sue lyrics.

Neil Young - Carnegie Hall 1970

Come prima uscita della Official Bootleg Series è stata scelta una serata storica: la lunga, intima esibizione acustica alla Carnegie Hall il 4 dicembre 1970.

www.NeilYoungArchives.com

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia, ma soprattutto contenuti inediti ed esclusivi per gli iscritti.

martedì 27 luglio 2010

No Nukes (1979) / A Tribute to Nicolette Larson (2006)

NO NUKES
da "100 Raccolte da Ricordare" di Mucchio Selvaggio
Questo è quel che si dice un simbolo degli anni 70, uno degli ultimi atti politici di cui il rock è stato capace e, in un certo senso, anche la prova della fine di un era. Il popolo del rock si trovò aggregato da una speranza di cambiamento e perfino dall'ambizione di potervi svolgere un ruolo attivo e determinante. Un'illusione in fondo. Il nucleare (non solo nel senso della bomba) avrebbe continuato a proliferare a dispetto dell'impegno di Jackson Brown, Graham Nash, Bonnie Raitt, principali promotori dei cinque concerti newyorkesi "for a non-nuclear future", cui aderirono con sprito cameratesco alcune reduci di quell'altra illusione spezzata dieci anni prima (Crosby, Stills & Nash, Jesse Colin Young), un paio di outsider neri (Gil Scott-Heron, Chaka Kham) e molta parte del mainstream più consapevole (Ry Cooder, Tom Petty, James Taylor, Poco, Dobbie Brothers). Nell'album in triplo vinile è raccolto un semplice campione di quel che accadde nelle cinque serate, am anche un pezzo basta a Bruce Springsteen per rubare la scena di acompagni di lotta: il medley da Mitch Ryder composto da Devil With The Blues Dress, Good Golly, Miss Molly e Jenny Take A Ride è una rasoiata micidiale, uno dei più grandi pezzi live della storia.


da  JAM

da Buscadero