Featured Posts

Neil Young & Crazy Horse - Toast

Registrato ai Toast Recording Studios di San Francisco nel 2001, questo album esce oggi per la prima volta. Tra garage-rock, blues e bossa-nova, Crazy Horse come non li avete mai sentiti.

Neil Young. Cercando il nuovo mondo

Risultato di 10 anni di attività di traduzione per NeilYoungTradotto.com e di un'ampia ricerca storico-bibliografica, il volume porta finalmente in libreria il percorso umano e musicale del canadese attraverso l'analisi delle sue lyrics.

Neil Young - Official Bootleg Series

Tre dischi live per immortalare tre concerti d'epoca: due del tour acustico 1971 più la storica serata al Bottom Line del 1974 con i brani di On The Beach mai sentiti prima.

Neil Young - Carnegie Hall 1970

Come prima uscita della Official Bootleg Series è stata scelta una serata storica: la lunga, intima esibizione acustica alla Carnegie Hall il 4 dicembre 1970.

www.NeilYoungArchives.com

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia, ma soprattutto contenuti inediti ed esclusivi per gli iscritti.

mercoledì 28 luglio 2010

Woodstock (Cotillon/Atlantic, 1970)

da "100 Raccolte da Ricordare" di Mucchio Selvaggio

Panoramica sonora del Festival di Woodstock (metà agosto del 69), di certo il più celebre raduno della storia del rock e nello stesso tempo la spia di un mutamento di tendenza importante nei settori contro-culturali della musica (e non solo) giovane di allora. Con questa maratona di pace e amore, con il fango che ha reso ancor più romantico e hippy trovarsi lì allora, anche i messaggi alternatvi sono diventati sempre più nettamente pubblicità, veicolo di promozione commerciale prima che artistica. Lo dimostrano proprio le testimonianze postume dell'avvenimento, prima in triplo vinile, poi con un altro doppio e in fine il film, espanso a dismisura e ancora ingigantito da un lungo documentario. Certo, la musica qua e là sovrasta ogni cosa: accade senza mezzi termini con il frammento degli Who, freschi di Tommy, una delle loro migliori cose dal vivo in assoluto, per i Ten Years After e i Canned Heat, mentre Jimi Hendrix, CSN&Y e non pochi altri non paiono essere all'apice della loro forma. Resta l'istantanea di una generazione che si sta dissolvendo, o meglio, sta cercando di tornare a casa, sulle note di una colonna sonora che oggi ci appare già macchiata di nostalgia.