Featured Posts

Neil Young Archives Vol.2 1972-1976

11 anni dopo il primo volume, Neil Young riapre i suoi archivi: 10 dischi, di cui 7 inediti, con le session (quasi) complete di Tonight's The Night, Zuma, Homefires, la Stills-Young Band, il primo tentativo di Time Fades Away in studio e altro ancora. Nei negozi da marzo!

CSNY - Déjà Vu 50th anniversary

Quadruplo box set per festeggiare il mezzo secolo di questo celeberrimo album, con tre dischi di demo, outtakes e versioni alternative, in gran parte inedite.

Neil Young. Cercando il nuovo mondo

Risultato di 10 anni di attività di traduzione per NeilYoungTradotto.com e di un'ampia ricerca storico-bibliografica, il volume porta finalmente in libreria il percorso umano e musicale del canadese attraverso l'analisi delle sue lyrics.

Neil Young - Carnegie Hall 1970

Come prima uscita della Official Bootleg Series è stata scelta una serata storica: la lunga, intima esibizione acustica alla Carnegie Hall il 4 dicembre 1970.

www.NeilYoungArchives.com

Il sito ufficiale dove potete rivivere l'intera carriera di Neil Young: canzoni, video, concerti, foto, manoscritti, memorabilia, ma soprattutto contenuti inediti ed esclusivi per gli iscritti.

martedì 27 luglio 2010

Stephen Stills Live (1975)



Album-monumento della perizia strumentistica di Stills, chitarrista di grande finezza sia con la sei corde elettrica che con l'acustica. Diviso equamente in una parte elettrica (con una band all'altezza) ed una unplugged, il disco esplora le due facce di Stills: quella più spettacolare e pirotecnica, a tratti ridondante, e quella più intimista e raccolta, caratterizzata da un rigore interpretativo quasi filologico. Così il texano rivitalizza classici inossidabili come "Wooden Ships" (qui in una versione meno psichedelica e più rockeggiante dell'originale per Crosby Stills Nash) e pagine meno note dei Buffalo Springfield come "Four Days Gone" o "Special Care", e le sue "4+20" o "Word Game" sul versante acustico. Oppure si addentra nell'interpretazione di gemme altrui, soprattutto acustiche come "Crossroads" di Robert Johnson o perfino "Everybody's Talking at Me" di Freddie Neil (dal soundtrack di "Midnight Cowboy"). Un uomo per tutte le stagioni.
Paolo Raedelli

Stephen Stills Live (Nov 1975, CD Atlantic 18156)
Wooden Ships (Crosby, Stills) 6:32
Four Days Gone (Stills) 3:55
Jet Set (Sigh) /Rocky Mountain Way (Grace, Passarelli, Stills, Vitale, Walsh) 5:26
Special Care (Stills) 3:35
Change Partners (Stills) 2:53
Crossroads/You Can't Catch Me (Berry, Traditional) 4:41
Everybody's Talkin' (Neil) 2:42
4 + 20 (Stills) 2:27
Word Game (Stills) 4:07

Il Cast
Jerry Aiello: Keyboards
Michael John Bowen: Editing, Design, Mixing, Concept, Cover Art Concept
David Crosby:Vocals
Donnie Dacus: Guitar, Guitar (Electric), Vocals
Tom Dowd: Editing, Mixing
Joe Gastwirt: Digital Remastering
Bill Halverson: Engineer
Russ Kunkel: Drums
Joe Lala: Percussion
Kenny Passarelli: Bass, Vocals
Stephan Sanders: Photography
Stephen Stills: Guitar (Acoustic), Bass, Guitar, Arranger, Guitar (Electric), Keyboards, Vocals

Note: Registrato tra l'8 e il 9 Marzo 1974